C. D. DISABILI “MARIALINA” e C. D. DISABILI “CATERINA” – CAVARZERE

(Vedi anche C.D. DISABILI DI ADRIA E TAGLIO DI PO)

LA STRUTTURA 

I due Centri Diurni (attivi dal 1997 e trasferiti alla sede attuale nel 2005), sono situati in un moderno edificio inserito nel  quartiere commerciale, direzionale ed artigianale (area ex zuccherificio), nei pressi del centro cittadino. E’ costituito da vari laboratori (assemblaggio, artistico, informatico, etc.) , sala mensa, uffici ed una piccola palestra per una superficie totale di circa 1.000 metri quadrati.


FINALITA’ – DESTINATARI 

I centri diurni, gestiti dalla cooperativa in affidamento dall’Aulss 3 Serenissima, sono un servizio territoriale accreditato a carattere diurno rivolti a persone con disabilita’ con diversi profili di autosufficienza. Vengono forniti interventi e attività a carattere educativo-riabilitativo-assistenziale e occupazionale. Persegue finalità di riabilitazione, educazione, socializzazione, aumento e/o mantenimento delle abilità residue e delle autonomie. I centri mirano a garantire alle persone risposte integrate a livello sanitario, socio-sanitario e sociale, a tal fine le modalità organizzative e gestionali sono sviluppate in modo flessibile e integrato, orientate ai bisogni della persona e definite nei Progetti Personalizzati.   Gli obiettivi sono: . Realizzare interventi assistenziali-educativi-riabilitativi; . Sostenere e coinvolgere la famiglia nell’opera assistenziale e socio-educativa e ridurre il ricorso all’istituzionalizzazione della persona disabile; . Coinvolgere la famiglia e l’utente nelle scelte, nelle decisioni e nel confronto sul progetto educativo personalizzato; . Favorire  le relazioni interpersonali e l’integrazione sociale e culturale all’interno e all’esterno del centro; . Stimolare la crescita della persona attraverso la valorizzazione e il mantenimento, dove possibile, della capacità di sviluppare abilità ed autonomie; . Favorire l’acquisizione di attività occupazionali e prelavorative; . Favorire l’acquisizione di un’identità positiva e di persona adulta e responsabile, rinforzando l’originalità di ciascuna persona; . Promuovere nella Comunità locale una cultura di integrazione dei soggetti; . Garantire il benessere della persona;

I destinatari sono persone con disabilità dai 18 ai 64 anni, in possesso di status di handicap di cui all’art. 3 della L. 104/92.


EQUIPE

L’equipe professionale è composta da Educatori Professionali e Operatori Socio Sanitari, Coordinatori.


ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO

Il Centro Marialina ha capacità di accoglienza di 14 posti e il Centro Caterina di 23 posti, per un totale di 37 posti. Il servizio è attivo nei giorni feriali dal lunedi al venerdi, secondo calendario concordato con Ulss committente.

Gli strumenti privilegiati per il raggiungimento degli obiettivi sono:

  • il laboratorio, ovvero l’importanza del “fare” che influenza ed arricchisce la crescita biologica, psicologica e sociale; questo approccio stimola il soggetto ad adattarsi alla richiesta dell’ambiente sociale, personale e domestico, ad acquisire la padronanza dei vari compiti vitali, aumentare la stima di sé, partecipando così alla vita nel modo più significativo possibile
  • momenti e attività che utilizzano il gruppo (con tutte le sue diversità tra le persone, a volte anche molto marcate) con la sua funzione di “ aiuto relazionale” per la persona anche gravemente disabile e come un momento di scambio reso possibile dalle diversità tra le persone (anche prestazionali)
  • attività che coinvolgono direttamente le persone disabili promuovendo così lo sviluppo del protagonismo personale e della capacità di scelta
  • opportunità di fare esperienza ordinaria di vita utilizzando le proprie abilità e/o capacità residue
  • momenti di benessere esistenziale della persona al fine di dare continuità e occasioni concrete per la maturazione e crescita personale, favorendo il superamento dei comportamenti problematici

Le attività proposte sono molteplici e personalizzate, possono svolgersi in gruppi o con rapporto individuale; in particolare evidenza è l’impegno negli ambiti dell’assemblaggio di materiali e nelle creazioni artigianali.

Il servizio è autorizzato ed accreditato secondo L.R. nr. 22/2002, segue le condizioni previste da DGR nr. 740/2015. Tutti i nostri servizi per la disabilità possiedono la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2015.

La verifica dei percorsi educativi avviene nei coordinamenti di equipe e in periodici incontri con i referenti dell’Unità Operativa Handicap dell’Aulss.  Il contesto primario di verifica e definizione delle strategie educative è l’Unità di Valutazione Multidimensionale che si aggiorna periodicamente e dove si incontrano i diversi professionisti che ruotano attorno alla persona: U.O.H. dell’Ulss, l’assistente sociale del comune di residenza, il medico di medicina generale, eventuali specialisti, gli educatori del servizio stesso.


ATTIVITA’ DI SUPPORTO 

Emmanuel s.c.s. fornisce un servizio mensa, con la possibilità di seguire diete particolari ed un servizio di trasporto casa-centro-casa effettuato con propri mezzi attrezzati. Vengono inoltre organizzate uscite e soggiorni sia in località marittime che montane.

MODALITA’ DI ACCESSO 

Per accedere al servizio occorre rivolgersi all’Unità Handicap del proprio distretto socio-sanitario di residenza compilando l’apposito modulo di richiesta indirizzato al Direttore di Distretto Socio Sanitario territorialmente competente. Il modulo è reperibile presso il Distretto Socio Sanitario. La Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale (UVMD), che costituisce la modalità di accesso  al sistema integrato dei Servizi socio- sanitari  ed assistenziali, valuta la richiesta e definisce il Progetto educativo, riabilitativo ed assistenziale più adeguato al bisogno del disabile.


CONTATTI Tel. 0426 311630; modulo di contatto

Visualizza le Mappe stradali